Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Poetry Therapy Italia

Sara Della Giovampaola, nasce in provincia di Siena nel 1970, sviluppando forte interesse per l’osservazione della natura, per la letteratura e l’attività politica. Alla ricerca di risposte circa il a rapporto fra spirito e materia e tra natura e cultura si trasferisce a Roma e consegue la laurea in Psicologia presso l’Università La Sapienza, dove incontra la teoria psicofisiologica di Vezio Ruggieri e i suoi studi pionieristici sulla circolarità dialettica del rapporto mente-corpo. Continua a formarsi nella sua fucina accademica seguendo laboratori, gruppi Balint e attività di ricerca in qualità di cultrice della materia Psicofisiologia Clinica e di collaboratrice. Tale collaborazione con il maestro non si è più interrotta, neanche durante il periodo in cui l’idillio procreativo la riporta in terra natale. Attualmente vive a Roma, con la sua famiglia, dove svolge attività clinica presso il suo studio privato applicando le tecniche riabilitative Psicofisiologiche. Socia fondatrice di A.E.P.C.I.S.. Docente di psicofisiologia psicodinamica e di narrazione e poesia-terapia presso il Master di Arti-terapie ad orientamento psicofisiologico di Roma. Membro del comitato di redazione della rivista "Il Politecnico: le arti le scienze e le arti-terapie". 

Ha pubblicato con Vezio Ruggieri Il collo e le sue rughe (Edup, Roma 2002); Il trattamento psicofisiologico in Psicologia e Riabilitazione (E.U.R., Roma 2004); La condizione esistenziale nella terza età: un approccio psicofisiologico e arte-terapico (E.U.R., Roma, 2008). È autrice di articoli di ordine scientifico e divulgativo, sul tema dell’esperienza estetica, dell’ascolto poetico, e più recentemente sul paesaggio.

Definita boomer dai figli e anche un po' cringe, continua a pensare che una delle facoltà più interessanti degli esseri umani sia evolvere e meta-riflettere sulla condizione esistenziale individuale e collettiva. Tra le sue opere preferite, La luna e i falò (Cesare Pavese), In viaggio su una gamba sola (Herta Muller), La gioia di scrivere (Wislawa Szymborska), le foto di Tina Modotti, i fumetti di Tiziano Sclavi, i film di Andrej Tarkovskij, i disegni dei bambini e delle bambine in età prescolare, i rossi di Mark Rothko, i ponti tibetani, la penna a sfera.

I suoi articoli su Poetry Therapy Italia

 

Abbi cura di te,

sostieni questo progetto

Poetry Therapy Italia header