Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Poetry Therapy Italia

01 Focus Bulfaro

 

La nascita della poetry therapy negli USA. I pionieri e i principali esponenti statunitensi e italiani.
Per la prima volta si ricostruisce la storia della poetry therapy in Italia, a partire dai protagonisti, prima e dopo la sua introduzione. Questa storicizzazione, di cui qui si presenta la parte 1 di 3, è stata affrontata dall’autore adottando tre forme fra loro complementari: la ricostruzione lineare descrittivo-narrativa, quella, non lineare, dell’intervista ai protagonisti di questo periodo, e la terza, costituita da una bibliografia di poesiaterapia di libri pubblicati in Italia.

Volevo che questa storia ancora così recente, composta di materiale con la vernice ancora fresca e viva, si raccontasse da sé. Volevo che i suoi principali protagonisti si narrassero, come se la storia fosse un film documentario visto e raccontato principalmente dall’interno. 
Per questa ragione, dopo aver rapidamente tracciato le origini, la nascita e gli sviluppi della poetry therapy negli Stati Uniti, ho adottato tre forme di ricostruzione storica fra loro complementari: quella lineare descrittivo-narrativa, quella non lineare dell’intervista ai protagonisti di questo periodo e quella delineata da una bibliografia di poesiaterapia, composta di libri e riviste specializzate in poesiaterapia, editati in Italia.

Gli elementi costitutivi di questa Breve storia della poetry therapy in Italia, prima e dopo la sua introduzione nel nostro paese, sono stati:
1 – la narrazione della nascita della poetry therapy negli USA e i suoi protagonisti, parte necessaria a disegnare la contestualizzazione storica generale in cui nasce e si sviluppa questa arte terapia;
2 – l’individuazione dei principali pionieri italiani della poetry therapy e la descrizione dei loro percorsi di ricerca;
3 – la definizione di una bibliografia aggiornata, per addetti ai lavori. 

Il materiale raccolto e narrato, data la brevità delle tre ricostruzioni e le enormi difficoltà nel reperire informazioni certe e complete sull’argomento, non può essere esaustivo e va considerato valido rispetto a quanto è emerso ad oggi dai miei personali studi. Tuttavia questa Breve storia della poetry therapy in Italia costituisce un primo significativo tentativo di storicizzare e sistematizzare un’arte terepeutica che merita di essere finalmente concepita nella propria autonomia e specificità. È in quest’ottica che va interpretata questa breve ricostruzione. 

Ho suddiviso la storia della poetry therapy in Italia in tre parti: quella di introduzione che va dall’anno 1992, in cui Antonella Zagaroli importa la poetry therapy americana, fino al 2002, anno in cui Vezio Ruggieri fonda l’Aepcis, luogo di formazione e studio di “Artiterapie e Psicofisiologia”; la seconda parte di “stagnazione” che comprende la decade che va dal 2002 al 2012; e la terza e ultima, di sviluppo, che arriva ai giorni nostri, che include la fondazione nel 2020 sia della rivista Poetry Therapy Italia, che della scuola di poetry therapy PoesiaPresente LAB.

In questo numero 1 online della rivista Poetry Therapy Italia è pubblicata la prima delle tre parti previste.

Per una più agile fruizione di questa lettura, corposa anche per le interviste che include, potete scaricare il documento in PDF qui.


 

Dome Bulfaro Foto Dino Ignani Rimini 2016Dome Bulfaro (1971), poeta, performer, editore, è uno degli autori italiani più attivi nel divulgare e promuovere la poesia performativa e la poetry therapy. È stato invitato dagli Istituti Italiani di Cultura per rappresentare la poesia italiana in Scozia (2009), Australia (2012) e Brasile (2014). Ha formato e dirige artisticamente il gruppo di ricerca Mille Gru di Monza (2006), poi costituitosi in associazione (2007), casa editrice (2008) e gruppo curatore della rivista Poetry therapy Italia (2020). Ha fondato con Simona Cesana PoesiaPresente LAB, scuola di poesia (2020), sempre gestita da Mille Gru. Ha ideato, cofondato ed è stato Presidente della LIPS, Lega italiana poetry slam. Come critico e studioso ha pubblicato Guida liquida al Poetry slam (Agenzia X, 2016) e ha tradotto con Sara Rossetti Poetry Therapy. Teoria e pratica di Nicholas Mazza (Mille Gru, 2019). Le sue pratiche di poesia terapia si sono sviluppate dal 2009 in Italia e all’estero, negli ospedali di Lecco, Milano, Lugano, il Coesit di Melbourne, in collaborazione con l’Hospice di Monza e presso altri enti. (Foto Dino Ignani)
» La sua scheda personale.